Gi.Bi.

Massima attenzione al verde

Posted on: 12 luglio 2011

Abbandonata la falciatura a mano,  moderne macchine falciatrici si sono sostituite in questi anni al taglio  dell’erba. E’ segno del progresso. Però ora  l’erba viene  lasciata ad essiccare sul posto. Il tutto genera un  odore maleodorante, costringendo chi abita nelle vicinanze a chiudere le finestre, anziché arieggiare la propria abitazione. Un bellissimo effetto “campagna” …

Poiché è divenuto normale, almeno in città, tagliare l’erba a data prefissata e non per l’effettiva necessità, l’erba di solito arriva ad un’altezza di quasi un metro, prima di essere tagliata, nascondendo, sotto di essa, diverse “cose”.

Sulle Mura della Fortezza, in occasione dell’ultima manifestazione della Giostra del Monaco, erano state costruite due scalette con gradini in legno per facilitare la “salita” per chi voleva e vorrebbe, recarsi sul Baluardo.

Per tagliare l’erba su queste “sponde o argini artificiali”, si usano appositi  tagliaerba a braccio estensibile. Il suo passaggio é risultato ad effetto “tritatutto”. Ecco infatti il risultato della falciatura su di una delle due scalette ….

Poiché questo luogo è ritrovo di frequentatori che lo usano per bere, ubriacarsi e dormire nell’ invitante tappeto verde con folta vegetazione, bisognerebbe, a mio avviso, prestare  più attenzione ad usare questi potenti mezzi meccanici.

E che dire della raccolta delle foglie in autunno. Se si ha la sfortuna di abitare in una via, dove ancora “resistono” le fogne aperte, ovvero senza feritoie o grate (forse quelle costruite da  Alfonso II d’Este Ferrara, 22 novembre 1533 –  27 ottobre 1597), e per di più quelle situate ai bordi di una pista ciclabile, precluse da paletti, al transito delle moderne macchine spazzatrici, si assiste al vano tentativo della raccolta delle stesse. Potenti soffioni cercano di liberare tale arteria, sospingendo le foglie sul ciglio della strada, dove ad attenderle c’è un  camion con un tubo aspiratore. Purtroppo in questo nobile tentativo e percorso, le fogne si riempono delle stesse, otturandosi.

E al primo violento acquazzone, ci si interroga: come mai le fogne non tirano e l’acqua ristagna in più punti?

E poi perché precludere il ritorno a casa delle simpatiche pantegane?

Suvvia, più rispetto ed amore per i cittadini e gli animali ….

Forse non é meglio una raccolta differenziata, tanto di moda ora, per certi percorsi o spazi preclusi alle macchine, da affidare al “vecchio spazzino” che armato di ramazza e “ruscarola” soleva raccogliere foglie e cartacce da terra, senza otturare niente …

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: