Gi.Bi.

Niente di nuovo in Darsena – Aggiornamenti

Posted on: 30 maggio 2014

Con il post di febbraio

https://gibiferrara.wordpress.com/2014/02/11/niente-di-nuovo-in-darsena-2/

documentavamo come sull’argine nei pressi del complesso “residenziale”, Darsena City dopo la sospensione dei lavori, i prefabbricati dell’azienda incaricata, erano divenuti dormitori dei senzatetto.

Non entrando in merito a questa particolare situazione di disagio che colpisce molti persone, scrivevamo appunto, viste le temperature di quel mese, meglio lì che sotto un ponte, ma non ci spiegavamo come mai si soprassedesse alla formazione di una discarica di rifiuti tra i prefabbricati stessi che scendeva in acqua

container 2 280414

container1 280414

L’altro giorno dopo l’intervento delle FF.OO e i vari riconoscimenti d’obbligo degli occupanti, si è provveduto a smantellare il tutto con la contestuale rimozione di quei moduli divenuti “abitazione” a tutti gli effetti

rimozione moduli abitativi

Una considerazione. Poiché da anni l’azienda edificatrice aveva sospeso i lavori, perché non si è provveduto prima a togliere quei moduli?

Dove è finito il tanto decantato: meglio prevenire che reprimere?

In collaborazione con T. Da – News

Annunci

3 Risposte to "Niente di nuovo in Darsena – Aggiornamenti"

…alla fine dell’articolo proposto con foto e commenti, leggo soltanto “una considerazione”, plausibile certamente, ma nessun accenno al destino degli occupanti…

si sono trasferiti tutti dentro la ex camera di commercio.

Un’osservazione importante con una domanda impegnativa. Dove saranno ora? Casi analoghi fanno pensare che saranno alla “ricerca” di un’altra sistemazione. Di recente alcuni rom (una ventina) stazionavano con tende improvvisate negli ex-magazzini della stazione deposito-merci. Sono stati “allontanati” ed ora si trovano a poche decine di metri in Via del Lavoro in alcuni fabbricati vicino all’omonimo parcheggio. Sono quelli che vediamo suonare la fisarmonica chiedendo qualche euro ai passanti, soprattutto in centro. Se consideriamo i due luoghi, entrambi alla vista di cittadini e turisti trattandosi della Darsena a ridosso della strada e la stazione con il continuo transito dei treni l’importante era toglierli da occhi indiscreti, non fare vedere problemi che purtroppo coinvolgono anche la nostra città: la disperazione e il bivaccamento. Lo “spostare” la disperazione in luoghi più appartati e quindi nascosti ai più, per alcuni forse vuole dire risolvere il problema o perlomeno non “vederlo” e quindi se non si vede non esiste. Naturalmente tutto questo è triste.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: