Gi.Bi.

Tutto Stadio – Prove di Serie A

Posted on: 23 aprile 2017

Restrizioni e divieti nelle vie adiacenti allo Stadio Mazza durante gli incontri casalinghi della Spal

————————————-

Già dalla prima mattinata vengono spostati i cassonetti – Ecco un punto dove i contenitori sono posizionati

Con i cassonetti tolti – Via Cassoli incrocio Via Montegrappa

Vengono sistemati in Via Mulinetto – Tutti in fila uno per uno…

Poi nella notte vengono riposizionate nelle varie isole ecologiche. La mattina seguente, se ci si reca dove i contenitori erano stati temporaneamente depositati  (Via Mulinetto – lato Via San Giacomo), si possono notare segni evidenti di perdita dalle campane della raccolta di vetro, un’incontinenza vera e propria..

Quindi sarà necessaria un nuovo intervento di Hera per raccogliere quanto perso… sul posto del trasloco.

Ma questo spostamento dei cassonetti che cosa comporta a chi si reca allo stadio con la bottiglia di birra da bere (tendenza in… per il tifoso della curva) e non trova i cassonetti?

Ecco…

Poi, per non lasciare possibili oggetti contundenti di offesa per le tifoserie, la Società Hera durante lo svolgimento della partita, provvede alla pulizia delle vie adiacenti allo stadio, raccogliendo tutto quando. Questo intervento verrà ripetuto anche a termine dell’incontro, per rimuovere quanto buttato a terra dai tifosi durante la loro uscita. Chi paga?

Forse ci stiamo inventando tutto, ma questa è una precisazione di Hera stessa:

Continuiamo con i divieti.

E’ stato predisposto, requisendo un viale (C0rso Vittorio Veneto), il parcheggio dei tifosi ospiti, vicino allo Stadio Mazza. Il tutto delimitato da reti…

Già al mattino presto anche se la partita si svolgerà alle 20.30, diversi carri attrezzi, dopo aver sanzionato le auto in divieto di sosta, le rimuovono. Ecco alcuni carri attrezzi al lavoro

Questo parcheggio viene messo a disposizione in ogni partita casalinga, indipendentemente che i tifosi ospiti siano cinquanta o mille. Naturalmente questo obbliga i residenti a trovare parcheggio altrove.

Durante l’ultima partita casalinga è stato notato, tra l’altro un nuovo sbarramento stile new jersey a dividere a metà Via Montegrappa. Prove per la probabile salita in Serie A?

Tutto perché “The show must go on”…

Per quanto riguarda poi, i tifosi che arrivano allo stadio, non esistendo un parcheggio vero e proprio, le auto e le moto vengono posizionate ovunque, verde pubblico e marciapiede e d anche sui passi carrai…

E che dire delle barriere-transenne fisse a sbarrare Viale IV Novembre all’altezza di Via Fortezza obbligando i veicoli a transitare, da questo punto solo in direzione di Viale Cavour.

Nota di cronaca – 4 Aprile 2017 – Ore 20.45 si sta svolgendo Spal – Novara. Un’ambulanza transita con le sirene accese ad alta velocità in IV Novembre direzione Via Fortezza. All’altezza dello sbarramento su menzionato è obbligata a fermarsi. Dire che non vi era un vigile sul posto sarebbe falso, in quanto non c’è la certezza, ma osservando dalla finestra, tutto il personale medico è sceso per cercare di liberare le transenne, per  impiegare meno tempo possibile.

———————————————————-

In conclusione, anche se “The show must go on”

indipendentemente dove un impianto sportivo è ubicato, i residenti con tutti questi sbarramenti, chiusure e/o impedimenti vari, hanno garantito un intervento pronto ed efficace dei mezzi di soccorso e/o di pronto intervento?

Il detto “morire per il calcio” sinora sinonimo di una sfrenata passione per questo sport non vorremmo divenisse una triste traduzione letterale.

 

 

 

 

Annunci

4 Risposte to "Tutto Stadio – Prove di Serie A"

Il prezzo della “gloria”…cantava Rascel nella canzone Napoleon…che la Gloria non voleva abbadsare i prezzi…..

Inviato da smartphone Samsung Galaxy.

C’è gloria e.. gloria! Essere ricordati per martiri di un incontro di calcio, non mi piacerebbe molto, anzi no proprio!

Quando chi amministra o guida politicamente un qualsiasi territorio diviene realmente incapace, praticamente di farlo, allora diviene spesso arrogante e supponente. Sfodera la propria immacolata spocchia e nemmeno più tenta di rispondere alle critiche che vengono lui mosse, spesso nemmeno nelle sedi proprie del dibattito politico. Figurati Giova se egli possa trovare il tempo di farlo quì!

Però è stato trovato il tempo per raccontarci che, se anche l’ospedale è a 10 km. dal centro città per chi accusa un malore grave, l’importante è arrivare sul posto nel più breve tempo possibile breve e stabilizzare il paziente. Sono state eseguite delle prove per superare velocemente questi “ostacoli”? O ci si affida alla buona stella che durante le partite di calcio i residenti in zona stadio godano tutti di ottima salute? L’autista che conduceva quel mezzo e transitava per Viale IV Novembre era stato avvisato e quindi era a conoscenza che avrebbe trovato la chiusura e avrebbe perso tempo? Poteva fare un percorso alternativo? Durante gli incontri di calcio al Mazza il protocollo operativo di intervento con un mezzo quale ambulanza o auto medica tiene conto anche delle attuali chiusure in zona stadio? Inoltre i cittadini residenti entro il perimetro della “Zona di interdizione” sono raggiungibili nello stesso tempo come nelle altre zone della città? I conducenti dei mezzi di soccorso e di emergenza sono stati avvisati dove si può perdere tempo per via dei transennamenti? E questi sono sempre sorvegliati da personale per intervenire in qualsiasi momento per il loro eventuale spostamento? Questo e altro sto chiedendo a chi di competenza. Ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: