Gi.Bi.

Ei fu, siccome immobile…

Posted on: 20 ottobre 2017

Via Rampari – Retro ex-casa circondariale

 

Foto inviata da Sandro

Alcune considerazioni.

Questo albero, si chiede l’autore della foto, era qui senza dubbio prima che qualcuno decidesse di eliminarlo. Dava fastidio? 

Forse non avevamo immaginato che crescesse e si allargasse così tanto da dare fastidio forse ai pedoni?

Motivi di sicurezza? Nell’ex casa circondariale che si intravede sullo sfondo verrà inaugurato il prossimo 13 dicembre la prima parte del Meis, il Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah. Obiettivo sensibile?

Motivi di decoro?

Che altro?

Oramai è un classico tagliare alberi, forse sono…

 “Bersagli facili da distruggere perché non possono difendersi o scappare” Aforismo di Jonn Muir

Annunci

2 Risposte to "Ei fu, siccome immobile…"

Da molti mesi è stato approntato il cantiere nel retro dell’ex Carcere e solo ora si è deciso di abbattere quel grosso e sano albero, che, a mio avviso, non certo disturba il marciapiede pedonale (ve ne sono moltissimi altri che si trovano in condizioni di maggior disagio), o la recinzione provvisoria del cantiere o i containers ad esso dedicati. Quindi disturba e basta…difficile conoscerne la ragione, che spero, almeno le diverse Autorità interessate a rilasciare il permesso di abbattimento abbiano valutato, naturalmente se informate.

Fatta segnalazione. Vedremo la risposta…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: