Gi.Bi.

La guerra dei fiori in Via Zemola

Posted on: 21 ottobre 2019

La guerra dei fiori in via Zemola

Lettera da Estense.com del 20.10.2019 – https://www.estense.com/?p=811758

……………………………………………………

Il Comitato di Via Zemola, costituitosi con l’intento di riqualificare una strada nel centro storico da molti anni in degrado e migliorare le relazioni di vicinato, ha dimostrato che le buone pratiche possono portare a risultati apprezzabili: ora la strada ha cambiato volto, ornata di fiori e tenuta pulita.

Per i cittadini e i turisti che la percorrono l’augurio è che questa piacevole vista sia uno stimolo a pensare alla cura dei beni comuni come parte integrante per una migliore qualità della vita.

Purtroppo non è tutto così facile: “la teoria delle finestre rotte”, sperimentata negli anni ‘80 a New York, secondo la quale mantenere e controllare ambienti urbani reprimendo i piccoli reati, gli atti vandalici, la deturpazione dei luoghi, la sosta non autorizzata, contribuirebbe a creare un clima di ordine e legalità, non trova, ahimè, in via Zemola alcuna conferma.

Nonostante gli sforzi e l’impegno profuso dai suoi abitanti c’è sempre qualcuno che vi si oppone in nome dei propri interessi personali e del rifiuto del rispetto dei regolamenti comunali in atto.

Ci auguriamo davvero che le azioni di disturbo finiscano e che possiamo di nuovo camminare sereni per le nostre vie senza incorrere in fatti spiacevoli. Basterebbe solo un po’ più di sorveglianza da parte di chi ne ha l’autorità di esercitarla.

Comitato di Via Zemola

………………………………………………………..

Di che cosa si tratta? Di cittadini che con Civismo, con la lettera maiuscola e un amore sincero per il decoro e la bellezza della propria via, vorrebbero rendere ancora più bella la città in cui vivono. Ma devono fare i conti con chi è solito distruggere o danneggiare il lavoro profuso, gratuitamente, da chi ha voluto cambiare in meglio il volto di questa via adornandola di fiori e tenendola pulita.

Auspicando che i pochi contrari non continuino a disprezzare e ad ostacolare il lavoro fatto da molti, ecco alcune foto di Via Zemola

La lettera del Comitato termina con: “basterebbe solo un po’ più di sorveglianza da parte di chi ne ha l’autorità di esercitarla”. Pensiamo che sia una giusta richiesta.

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: