Gi.Bi.

Archivio dell'autore

Via Cassoli – Alle prese con il cassonetto dello smaltimento del verde

……………………………………..

La speranza è l’ultima a morire…

C’è chi va dal dottore e aspetta…

C’è chi va al supermercato e aspetta…

Chi cerca di buttare rami e ramaglie nei cassonetti e medita…

Il cartello indica:

Sarà veramente vero che conferire in questo cassonetto per sfalci e ramaglie sarà gratuito? 

Ai posteri l’ardua sentenza!

 

Annunci

Piazza XXIV Maggio – Acquedotto

Monumento in memoria “Ai Bersaglieri del Po”

………………………………………………………..

ll Monumento ai Bersaglieri del Po è sito sul verde dell’Acquedotto. L’opera ė dello scultore Fiorenzo Bacci in memoria dei Bersaglieri. Il monumento è formato da due “blocchi”: in uno i Bersaglieri del Po

e nell’altro un signore anziano che legge ad un giovane, probabilmente suo nipote, la storia dei Bersaglieri in Italia.

Tentativo di “abbellire” il monumento.

……………………………………….

Gennaio 2018. Si provvede ad eseguire uno scasso per disegnare un percorso-contorno per dare più risalto all’ opera stessa.

Poi si ricopre il tutto con più strati di sassi bianchi.

Lavoro finito, no. I sassi vengono asportati da residenti e passanti per impreziosire i propri giardinetti privati, i ragazzini non trovano di meglio che improvvisare “battaglie” lanciandosi i sassi stessi, i più educati a gareggiare a chi li lancia più lontano.

Vista anche la posizione in cui si trova quel monumento, nelle immediate vicinanze dello Stadio Mazza, possibile luogo di scontro tra opposte tifoserie, come mai non si è pensato ad una diversa soluzione? Sassi stabilizzati con colla, come avviene nelle fioriere in città, una diversa pavimentazione, tipo lastricato?

………………………………………………

Maggio 2018 – Si provvedere a rimuovere i sassi e si fa un basamento in cemento.

Poi i sassi trovano la loro corretta sistemazione su di un soffice strato di calcestruzzo.

Ora sono rimasti dei sassi. Un presagio che l’opera non è ancora finita?

E ritornando sulla foto precedente del nonno e presunto nipotino, seduti su di una panchina,

non è forse che il bambino dica: “Nonno guarda, hanno fatto due volte lo stesso lavoro, chi paga?”

Foto T. Da

 

 

Angolo dei 4 S

Foto T. Da

……………………………………..

Si fa risalire l’origine del nomeANGOLO DEI 4 S – del quadrivio di incrocio delle quattro vie Corso Giovecca, Viale Cavour, Via Borgoleoni e Corso Martiri perché luogo di ritrovo abituale dei giovani universitari, il cui slogan era “Siamo Sempre Senza Soldi!”. Da questa frase, si è poi passata alla abbreviazione 4S, prendendo le iniziali delle quattro parole.

Ora è diventato uso comune darsi appuntamento con: “Ci troviamo ai 4S!”.

Non sarà una frase “storica” ma ben si adatta anche ai giorni nostri…

 

 

 

Via Saragat

……………………

Forse si aspetta così tanto tempo a tagliare l’erba, per vedere cosa c’è in mezzo, cosa si nasconde sotto?

Effetto sorpresa come l’uovo di Pasqua?

Foto T. Da

 

Il cartello sui contenitori indica: ” Non abbandonate rifiuti  fuori dai bidoni “

Probabilmente uno scooter non è considerato  per ” l’incivile ” un rifiuto

Foto T. Da

Portici di San Romano

…………………………

Proverbio: “Se il buongiorno si vede dal mattino”

Dal punto di vista meteorologico un mattino bello, sereno, prelude ad una giornata altrettanto bella e serena.

Per un negoziante che va ad aprire il suo negozio e davanti alla vetrina trova…

che cosa deve augurarsi?

Foto T. Da

 

 

 

Chi è?

Posted on: 20 aprile 2018

Una Statua misteriosa

Erba alta oltre il metro tutt’attorno, irraggiungibile perché senza un camminamento, visibile per intero solo dall’alto della Mura. Perché abbandonare al degrado e all’incuria una Statua che le memorie storiche scrivono: di notevole dimensioni e a forma di stella a cinque punte…

Sfidiamo chiunque a notare la forma di stella, azzeccato invece le informazioni che la Statua è immersa nel verde…