Gi.Bi.

Archive for the ‘Arredo Urbano’ Category

La forza di gravità spinge sempre l’acqua, in questo caso, verso il punto più basso di quota…
Che mai è ubicato nella caditoia…
E quando lo fosse, essa è sempre ostruita, grazie ad una oculata manutenzione.
Foto di Sandro
Annunci

Come sono belli i fiori. Se poi questi sono in una via pubblica, sono da ammirare quelle persone che cercano per  un amore civico e per il decoro cittadino di ornare vie pubbliche.

Un esempio apparso anche in questi giorni sulla stampa locale è via Zemola

Fiori in terra, sui davanzali

Fiori ovunque

Forse sta prendendo piede il desiderio di riqualificare le zone pubblico

Ecco in un bauletto erboso, in un viale pubblico cittadino, una vaso con piante grasse e su di un tronchetto di legno altre due vasetti con piante fiorite

Due giorni dopo, al mattino…

L’inizio, se si è trattato di un abbellimento del Viale, non è dei più promettenti…

 

 

Mura di S. M. della Fortezza

……………………………………….

Se è stato sentenziato che il Sottomura di Viale IV Novembre è un’area “protetta” e per cui la  gelateria “La Siberiana” non poteva stare in quello spazio di verde pubblico perché, smantellato il chiosco, si deve poi generare un’area di degrado? Area protetta inteso solo libera da costruzioni “abusive” o trattandosi di verde pubblico deve essere tenuta nel migliore dei modi?

Nelle osservazioni della Soprintendenza e Belle Arti si menzionava anche questo: transitando dal viale all’altezza del chiosco, non si intravedono le retrostanti Mura Monumentali. La costruzione ne impedisce la visibilità.

Ora la siepe incolta ha peggiorato la situazione, naturalmente parlando della “visibilità” delle Mura.

 

Ecco una foto della Siberiana nel 2011

In primo piano Viale IV Novembre, al centro il chiosco circondato dalla siepe, sullo sfondo le Mura.

Chiesa di San Domenico

………………………………………………

Chiesa colpita dal dal terremoto del 2012 in attesa di ristrutturazione

Un peccato vederla in queste condizioni.

Foto T. Da

 

 

Via Fortezza

…………………………………

Un edificio scolastico pubblico. Ecco una soluzione alternativa al fotovoltaico

far crescere un prato verde sul tetto della scuola.

Naturalmente non si tratta di un edificio abbandonato. Qui si fa regolarmente lezione.

Forse che si vuole emulare i moderni condomini “verdi” di certe città?

Certamente questa è una brutta copia…

Foto T. Da

 

Via Piangipane

MEIS Museo Nazionale dell’Ebraismo Italiano e della Shoah – Ecco la facciata restaurata di recente, ingresso  del Museo.

Andiamo a vedere il suo Lato B –

Via Rampari San Paolo.

Certamente si stanno aspettando i fondi per il risanamento dei quartieri, concessi, poi bloccati. Ora sembrano di nuovo sbloccati e quindi partiranno gli appalti per risanare anche questa via, tra l’altro sede di un parcheggio molto frequentato.

Come si evince nella foto inviataci da Sandro, le buche sul marciapiede e le erbacce non vanno di pari passo con la burocrazia… Una pulitina sarebbe auspicabile.

Via Poledrelli

……………………………..

Ogni motivo è occasione per distruggere il verde pubblico. Un esempio: la ricerca di un parcheggio

 

Oltre a non  far crescere erba nel bauletto erboso (con un po’ di fortuna potrebbe rinascere)

si distrugge anche il cordolo, oramai a livello della strada

Possibile che nessuno transiti di lì?  Trattasi di via interdetta a chi dovrebbe vigilare sul verde pubblico? 

Foto T. Da