Gi.Bi.

Archive for the ‘Arredo Urbano’ Category

L’invadenza è figlia della maleducazione?

No, è madre dell’incuria…

 

 

Annunci

Via Vittorio Veneto

………………………………….

Con il post del 29.08.2018 documentavamo un albero, per noi secco, da mesi

https://gibiferrara.wordpress.com/2018/08/29/che-cosa-si-aspetta/

Con la potatura dei giorni scorsi, senza entrare in merito perché è stata fatta in quella maniera, sta di fatto che ora molti alberi risultano come mutilati, deturpando una delle strade più alberate della città.

Ma quello che sconcerta è che quell’albero è rimasto al suo posto ed è stato potato come gli altri!

 

Foto T. Da

Viene un dubbio, ma allora non è secco come molti credono… o forse così spogliato si ritiene che non possa causare danni in caso di una sua caduta?

 

Corso Vittorio Veneto

Un albero secco da settimane…. Che cosa si aspetta a togliere un albero morto? Pensiamo che non ci sia bisogno da fare la seguente considerazione: è stagione per tagliare o no?

Tra l’altro un viale dopo vi sono sempre auto in sosta.

Scommettiamo che entro il 15 settembre, probabile incontro casalingo della Spal, essendo quel viale, parcheggio per i tifosi ospiti, l’albero verrà eliminato..

Foto T. Da

Via Fortezza 19.07.2018

…………………………………………………

A volte ci si chiede: ma i nostri soldi vanno spesi bene? A fronte di quello che (giustamente) si versa per avere dei servizi, quali la cura dell’arredo urbano e del verde pubblico, si ottengono poi prestazioni altrettanto valide? Viene spontaneo domandare: ma chi controlla i servizi esternalizzati?

Primi caldi, verde pubblico arido…

L’operatore con la sua falciatrice solleva solo terra e quindi polvere. Per carità l’operatore sarà stato comandato a “falciare erba”, ma come sempre avviene da alcuni anni a questa parte, si fissano cinque date ad inizio anno, indipendentemente dalla effettiva necessità e vai… Ma non ci sarebbe da cambiare qualcosa? 

Via Fortezza

…………………….

Chi rompe paga ed i cocci ….non sono suoi

Un proverbio riveduto e corretto sul momento…

Ma il danno sembra minore del previsto. Probabilmente ci si stava recando a conferire il tutto in una isola ecologica nelle vicinanze, viste alcune confezioni vuote che sono fuoriuscite dal sacco.  Un grande senso civico, sempreché, arrivati all’isola ecologica, non ci si comporti in questa maniera…

o in quest’altra…

Baluardo di Santa Maria della Fortezza. Città Patrimonio dell’Unesco

…………………………………………………

Esiste il degrado nelle sue diverse forme che colpisce subito per via delle foto chiare ed inequivocabili. Rifiuti abbandonati a terra, scritte ovunque. Ma c’è anche il “degrado minore” dove non giunge subito all’occhio ma è sintomo di approssimazione e quindi di disinteresse generale. Un degrado subdolo.

Un cestino dei rifiuti che probabilmente viene divelto o addirittura asportato nel verde pubblico. Lo si sostituisce con un sacco nero legato ad un palo dell’illuminazione con un bastone. Forse pensando poi di sostituirlo. E qui rimane invece da tempo…

Solito problema? Forse A pensa che sia compito di B; B pensa che debba intervenire C. C si interroga: se non è compito di A e B, perché devo essere io ad intervenire?

Darsena City

—————————-

Notate in queste giorni auto parcheggiate in attesa di?

Demolizione?

O futura abitazione?

Senza targa…

Meglio abbandonare che demolire?

Auto accidentata?

Foto T. Da