Gi.Bi.

Archive for the ‘Curiosità’ Category

Via Cassoli – Alle prese con il cassonetto dello smaltimento del verde

……………………………………..

La speranza è l’ultima a morire…

C’è chi va dal dottore e aspetta…

C’è chi va al supermercato e aspetta…

Chi cerca di buttare rami e ramaglie nei cassonetti e medita…

Il cartello indica:

Sarà veramente vero che conferire in questo cassonetto per sfalci e ramaglie sarà gratuito? 

Ai posteri l’ardua sentenza!

 

Annunci

Piazza XXIV Maggio – Acquedotto

Monumento in memoria “Ai Bersaglieri del Po”

………………………………………………………..

ll Monumento ai Bersaglieri del Po è sito sul verde dell’Acquedotto. L’opera ė dello scultore Fiorenzo Bacci in memoria dei Bersaglieri. Il monumento è formato da due “blocchi”: in uno i Bersaglieri del Po

e nell’altro un signore anziano che legge ad un giovane, probabilmente suo nipote, la storia dei Bersaglieri in Italia.

Tentativo di “abbellire” il monumento.

……………………………………….

Gennaio 2018. Si provvede ad eseguire uno scasso per disegnare un percorso-contorno per dare più risalto all’ opera stessa.

Poi si ricopre il tutto con più strati di sassi bianchi.

Lavoro finito, no. I sassi vengono asportati da residenti e passanti per impreziosire i propri giardinetti privati, i ragazzini non trovano di meglio che improvvisare “battaglie” lanciandosi i sassi stessi, i più educati a gareggiare a chi li lancia più lontano.

Vista anche la posizione in cui si trova quel monumento, nelle immediate vicinanze dello Stadio Mazza, possibile luogo di scontro tra opposte tifoserie, come mai non si è pensato ad una diversa soluzione? Sassi stabilizzati con colla, come avviene nelle fioriere in città, una diversa pavimentazione, tipo lastricato?

………………………………………………

Maggio 2018 – Si provvedere a rimuovere i sassi e si fa un basamento in cemento.

Poi i sassi trovano la loro corretta sistemazione su di un soffice strato di calcestruzzo.

Ora sono rimasti dei sassi. Un presagio che l’opera non è ancora finita?

E ritornando sulla foto precedente del nonno e presunto nipotino, seduti su di una panchina,

non è forse che il bambino dica: “Nonno guarda, hanno fatto due volte lo stesso lavoro, chi paga?”

Foto T. Da

 

 

Verde pubblico

……………….

Sempre meno verde e sempre più cemento.

Qualcuno prova a mantenere un albero nel verde pubblico…

con la speranza che non venga portato via…

Albero incatenato, mezzo salvato…

Foto T. Da

Affinché i cittadini ottemperino al rispetto dei divieti, l’apposita segnaletica deve essere posizionata in un punto ben visibile a tutti.

…………………..

Corso Martiri

Un segnale di “Divieto appoggiare cicli e motocicli” ad un’altezza di c.ca tre metri da terra che senso ha? Forse per qualche turista di etnia delle nazioni Ruanda e Burundi nella regione africana dei grandi laghi, noto come Watusso, che transita per il Corso in bicicletta o in moto e quindi per lui è facile leggerlo…

O forse sarebbe meglio sistemare la segnaletica ad un’altezza di c.ca un metro e mezzo da terra, più o meno dove si trovano cassette per la pubblicità o posta, diciamo ad altezza d’uomo (normale)

Un esempio: Via Garibaldi…

Ecco una giusta altezza visibile a tutti. Così nessuno appoggia le biciclette contro il muro, occupando il marciapiede e mettendo in difficoltà passanti o disabili in carrozzina

Foto T. Da

 

,,,,,,,

……

Corso Isonzo

………………………….

Una ciclabile al centro di uno spartitraffico verde e alberato, interrotta da vari incroci, dove occorre dare la precedenza alle auto…

Ed infatti le biciclette transitano ancora sulla strada

Boh…

Foto T. Da

Corso Piave

…………………….

Cipolla, pane, vino e

… una fiaccola.

Una cena al lume di candela?

Foto T. Da

Quante volte si dice: mi sento la testa pesante, da che cosa dipenderà?