Gi.Bi.

Archive for the ‘Curiosità’ Category

Siamo in una via del Centro Storico. Il marciapiede è stretto come in molte altre vie. Notiamo una bicicletta incatenata ad un segnale stradale. Sosta o parcheggio questa, proibita da un’ordinanza comunale che prevede che in caso di intralcio al camminamento, una sanzione o la rimozione forzata del mezzo stesso.

Effettivamente le biciclette sono due sul marciapiede, ma si suppone che quella “attenzionata” da un residente sia quella incatenata al palo.

Consideriamo che la via è pavimentata da un ciottolato, per cui un disabile in carrozzina o una persona con problemi di deambulazione deve obbligatoriamente transitare fuori dal marciapiede.

 

Che fare? Ci si ingegna…

Ecco esposto un cartello-avviso molto chiaro… forse un compromesso…

 

Della serie: “O togli la bicicletta o arriviamo ad una contestazione amichevole”!
Ci sembra di capire dal segnale molto originale, che poi di tanto amichevole non ha molto…

Foto T. Da

Cosa non si fa per provarle tutte…

Pubblicità affissa in un posto dove non è possibile non guardare e quindi di vederla.

Una scelta azzeccata… Meglio di così non si può…

Ecco una classica cassetta per la pubblicità

Quale altro miglior posto se non…

qui…

Foto T. Da

Viviamo in una società in cui si tende ad esagerare tutto, nel bene e nel male. L’esagerazione è un simbolo di  mediocrità.

Esagerare significa superare i limiti del lecito e della convenienza. Purtroppo questo accade senza che più ce ne accorgiamo: le nostre azioni non sono più accompagnate dal “buon senso” o la giusta cognizione di causa.

Se alcuni rami si abbassano tanto da rendere pericoloso il passaggio di ciclisti che fai? La normalità sarebbe tagliare i rami pericolosi…

Invece no, si taglia completamente l’albero!

Un’apparente contraddizione con l’esperienza comune o con i principi elementari della logica.

Foto T. Da

Sacchetti o guanti? Questo è il dilemma.

In piena pandemia Coronavirus giusto usare tutte le precauzioni. Vari negozi e supermercati forniscono guanti per poter entrare e scegliere la merce da acquistare.

Alcuni tipi sono veramente difficoltosi da utilizzare ( sono dei veri sacchetti ) come si evince dalla foto e dall’avvertenza…

In mancanza di guanti “veri”

 

ecco, come ricavarli…

Da dei sacchetti… un timbro su e via…

Come dire meglio di niente vista la difficoltà del momento nel reperirli.

 

Qui siamo in presenza di un guanto palmato, come indicato sul sacco fatto a regola d’arte. Palmato in zoologia, indica il piede di molti vertebrati acquatici, particolarmente uccelli, in cui le dita risultano collegate da una membrana interdigitale, e del palco dei cervi quando asta e pugnali sono parzialmente fusi. Il disegno sul sacchetto è particolarmente rappresentativo di questa definizione… non era più semplice scrivere come nel primo sacchetto:DA USARE COME UN GUANTO”.

Foto T. Da

 

 

 

Corso Piave

……………………………

Dopo il successo del caffè sospeso… che sia il momento del giocattolo sospeso ?
Mah…

Brutti momento con i negozi chiusi. Speriamo che chi lo ha dimenticato non abbia pianto…


nello stesso momento speriamo che chi lo ha trovato sia rimasto felice ….

Anche se in quella fermata è facile trovare un po’ di tutto…

Con i negozi chiusi, causa coronavirus, un passaggio da questa via potrebbe essere interessante per un “acquisto”, tra l’altro in un buono stato, almeno sembrerebbe…

Foto T. Da

Avviso ai malitenzionati?

Quindi chiunque può entrare, basta non forzare il cancelletto?

O che altro?

Foto T. Da

Come rianimare una via con negozi chiusi?

Predisponendo qualcosa…

Dei fiori?

No, con un posacenere.

Aprezzabile comunque l’intenzione di disincentivare la oramai consolidata abitutine di gettare le cicche a terra… 

Della serie: quale dei due?

………………………………………

O l’oleandro o il cartello segnaletico

 

………………………………………………………

 

O il Betafence o il cartello segnaletico

 

????????????????

 Quale dei due c’era prima? Dovrebbe essere più semplice de: “E’ nato prima l’uovo o la gallina?”

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La lotta contro l’abbandono ai mozziconi in città

………………………………………………………………………………..

Già nel 2012 l’ Amministrazione Comunale aveva emanato un’ordinanza dove si vietava l’abbandono a terra dei mozziconi di sigaretta, pena una multa di euro 100…

leggi uno dei tanti articoli nazionali:

https://www.ilfattoquotidiano.it/2012/03/18/ferrara-sigarette-per-terra-multa/198557/

Poi nel Febbraio 2016 La lotta contro l’abbandono ai mozziconi è divenuta legge nazionale.

Ora la nuova Amministrazione vuole combattere l’abbondono delle cicche in strada.

Facciamo un giro…

Castello Estense

E’ il maestoso simbolo di Ferrara con le sue quattro torri circondate dal fossato, i rossi mattoni di cotto e un muretto che delimita il perimetro dello stesso.

Avviciniamoci….

Foto T. Da

E che dire del Corso più bello d’Italia, alcuni dicono addirittura d’ Europa…

Corso Ercole d’ Este

Anche qui avviciniamoci…

Foto di Sandro

Porta ceneri monolitici, quando sono pieni nessuno li svuota e così purtroppo le cicche vengono gettate a terra…

Simboli per indicare la toilette o un servizio di WC

…………………………………………………….

ELEGANTE e NOBILE

……………………

ESPLICATIVO

 

…………………………………………

 

CLASSICO e SEMPLICE

………………………………..

ORIGINALE

 

 


Di la tua!

Per segnalazioni: gibiferrara@gmail.com

…………………………………………………..

Video per il raggiungimento delle 100.000 visite del blog

Visitatori

  • 104.271