Gi.Bi.

Archive for the ‘Terra di nessuno’ Category

Sottopasso Via Arginone

Per quanto sporca possa diventare una cosa, puoi sempre dargli una bella ripulita

sottopasso-arginone

sottopasso-arginone-2

sottopasso-arginone-3

 

sottopasso-arginone-4

Foto T. Da. – News

Annunci

Le Mura – Ovunque

Quando si dice gente sulle Mura si pensa ai podisti, ai ciclisti e tutte quelle persone che camminano o transitano al fresco delle nostre Mura, in ogni ora della giornata. Abbiamo la fortuna di avere tanto verde e la cinta muraria è veramente attraente, invogliante e sicura per la mancanza di auto e/o altri mezzi a motore.

Ma gente sulle Mura vuole dire anche: gente fisicamente seduta sulle Mura.

Gente che si siede per tutta la giornata o per molte ore di essa e in qualsiasi periodo dell’anno sulle Mura, scambiandola per una tavola imbandita, un’ enoteca o un’osteria, un luogo dove mangiare e bere sino a tarda notte

Sulle Mura

Sulle Mura 2

Ma qual è il problema? Lo spieghiamo considerando i due lati: quello A e quello B

Il lato a – Li vedi seduti sulle Mura a gruppetti e a seconda dell’ora sono soliti cambiare di nazionalità. A volte parlano ad alta voce, forse per problemi di lingua e quindi di comprensione. Ma tutti hanno una caratteristica comune. Una presenza importante e costante per chi dice che la città è morta e c’è poca gente in giro e tutti hanno una caratteristica uguale: il lato B

Il lato B – Quando passi al mattino in questi posti trovi sempre di tutto: dalle lattine, alle bottiglie, scarpe, indumenti e altro materiale, che termina sempre per …menti

lato b

 

lato b 2

Foto di ieri mattina

Che dire un degrado sistematico indipendentemente dalla nazionalità. Ecco allora, una grande conquista, in questo caso possiamo parlare di un’integrazione perfettamente riuscita! Hera permettendo…

 

Solito giro di controllo in Darsena City dove c.ca due anni fa documentavamo questa situazione:

https://gibiferrara.wordpress.com/2012/03/04/terra-di-nessuno/N

Non solo la situazione non è migliorata, ma è peggiorata.

Alcune foto

DARSENA CITY ABITATIVA

dopo la sospensione dei lavori, i prefabbricati dell’azienda incaricata, sono divenuti dormitori dei senzatetto. Certamente meglio che sotto ai ponti, ma almeno non disperdano i rifiuti sull’argine

————————————————————————————————

Discarica rifiuti 2

Discarica rifiuti - Ponte San Giacomo

Una discarica che sta scivolando, con parte dell’argine, in acqua (Ponte di San Giacomo)

————————————————————————————————-

Darsena City 101

Darsena City 102

Una delle vie di accesso disseminata di residuo di ogni tipo nonostante la recinzione

——————————————————————————————————————-

foto scalinata Darsena 2

Ogni gradino della scalinata, un angolo per mangiare, naturalmente abbandonando tutto lì

——————————————————————————————————————–

Cartoline dell’estate scorsa:

Darsena C. Estate

Darsena C. Estate 3

segni evidenti di luoghi dove bivaccare

———————————————————————————————————————

E mentre tutto sta franando

Argine

si pensa all’ IDROVIA…

In collaborazione con T. Da – News

Il Salotto Cittadino

Via Garibaldi a 20 metri da Piazza Municipale. Uno di quegli spazi (come altri in Centro) dove sembra che nessuno abbia competenza. Stiamo parlando di un tratto di via, tanto breve che non si capisce se privato o pubblico. Chi deve intervenire per le buche sull’asfalto, muri imbrattati, sporcizia in terra, erbacce e quant’altro? Chi può sistemare questa situazione? Qualcuno, Ognuno, Chiunque o Nessuno?

Traversa Via Garibaldi 2

Ad Ognuno venne chiesto di farlo. Ognuno era sicuro che Qualcuno l’avrebbe fatto. Chiunque avrebbe potuto farlo, ma Nessuno lo fece. Qualcuno si arrabbiò a tale riguardo, perché era il lavoro di Ognuno. Ognuno pensava che Chiunque potesse farlo, ma Nessuno capì che Ognuno non l’avrebbe fatto. E finì che Ognuno dette la colpa a Qualcuno quando Nessuno fece ciò che Chiunque avrebbe potuto fare…

Vecchio proverbio cinese sempre di moda…

Fenomeni paranormali all’ Acquedotto?  Oggetti che oggi ci sono, domani no; un giorno li trovi in un posto, il giorno dopo li trovi spostati… Un mistero: ma come si spiega il tutto?

Un contenitore per i rifiuti nel suo posto, all’interno di Piazza XXIV Maggio, vicino (con altri tre) all’ anello che circonda l’ Acquedotto…

Ops … non c’è più. Si è spostato… ? Siamo in presenza di un fenomeno paranormale?

Eccolo vicino al monumento “Ai Bersaglieri del Po”, la tag sul contenitore, conferma che si tratta dello stesso bidone.

Fenomeno soprannaturale? No. Costruzione di una porta di calcio, un palo con il contenitore, l’altro con la fiancata del Monumento. Ora si può iniziare a giocare… Meglio non perdere tempo con la solita discussione: è gol, no, non è gol ….

Che dire… Piccoli calciatori crescono, all’ombra dei “Bersaglieri”….

Mi chiamo “Terra di Nessuno” e sono quel tratto di argine che congiunge il Ponte della Pace e il Ponte di Via San Giacomo. Alle mie spalle il “Complesso” Darsena City.

E’ normale che con le prime giornate calde, alcuni cittadini mi vengono a trovare. Ho una  banchina da poco rimessa a nuovo e scalinate che invogliano a scendere a fare una bella passeggiata.

Convivo, da tempo, con  carrelli della spesa dell’attiguo Supermercato, buttati in acqua, chissà per quale divertente gioco.

Sulla mia sponda, ho di tutto e di più: scheletri di biciclette, copertoni di gomme,  sacchetti di plastica.

.

Sulla banchina residui di pasti e lattine, bottiglie di vetro, bicchieri, cartacce, scarpe, biancheria

Qualcuno (chi?) mi può venire a dare una pulitina….

Di qui dovrebbe passare il turismo fluviale e, forse, l’Idrovia. Non vorrei farmi trovare in queste condizioni….

In collaborazione con T. Da – News

Una città con tanto verde. E per rispettarlo  e renderlo vivibile per tutti, vi sono segnali che indicano: vietato entrare anche se al guinzaglio. Naturalmente riferito agli  animali e più precisamente ai cani.  La segnaletica è chiara e non  può lasciare dei dubbi alla sua interpretazione

Nonostante questo i cani passeggiano nel verde godendo della più assoluta libertà, tra le altre quella di defecare.  Per carità questa è una sacrosanta necessità,  ne hanno pieno diritto e facoltà, perché sono come persone.

E’ Il padrone, o l’accompagnatore del momento, che dovrebbe provvedere a raccogliere quanto sparso a terra. Ma lo vedi titubante, nervoso e si agita. E invece di  compiere una semplice azione di buon senso civico, mette in atto tattiche diverse:

a –  la più usata. Si gira  dall’altra per non vedere.

b –  un urgente e inderogabile  bisogno di informazione.  Apre il giornale, fino a quel momento tenuto sotto il braccio e finge di leggerlo.

c –  la più rilassante.  S’ incammina in altra direzione e guarda l’orologio, come fosse  in ritardo per chissà quale appuntamento.

In ogni caso, a bisogno espletato, chiama Fido e nella più assoluta indifferenza e se ne va …

E allora ti ritrovi a  passeggiare nella natura, così imprevedibile e sorprendente. Che bello camminare nel Giardino dei  Finti-Porcini.  Ammiri  queste nuove tipologie di fiori, le loro  varietà, le forme e i colori, le sfumature dei riflessi  …

Ma attenzione a dove metti i piedi,  perché se  inavvertitamente li calpesti … avverti anche la consistenza e l’ odore …