Gi.Bi.

Posts Tagged ‘Comune

“La Siberiana è morta”. I gestori chiudono lo storico chiosco

———————————————

“Il degrado prenderà il sopravvento anche nella parte di mura che con ogni sforzo cercavamo di difendere”

“La Siberiana è morta”. È una lettera che suona da epitaffio quella che Francesco Malacarne e sua moglie Gabriella scrivono a quanti in questi anni sono stati loro vicini per cercare di scongiurare la chiusura dello storico chiosco di viale IV Novembre.

La storia è annosa. Nel 2011 arriva la notizia dell’ipotesi di sfratto. La gelateria si trova in una zona sottoposta a vincoli di pregio come il sottomura. Lo afferma la Soprintendenza. Partono i ricorsi legali. Prima al Tar e poi al Consiglio di Stato, che dà torto ai gestori: la struttura va demolita.

Il Comune ci mette momentaneamente una pezza e l’attività ultratrentennale ottiene la riassegnazione anche per il 2017. Ma è, appunto, solo la quiete prima della tempesta. Perché la commissione consiliare sul regolamento per la concessione di aree pubbliche prevede la ricollocazione per le attività che non rispettato i limiti delle Belle Arti, come il chiosco Al Pinguino, quello sul montagnone, i due rivenditori di frutta e verdura in viale Belvedere e ovviamente La Siberiana.

E ora arriva il documento ufficiale, che per i gestori significa chiusura. “Per rispettare il vincolo paesaggistico delle mura – spiegano Francesco e Gabriella – il Comune ci ha proposto di spostarci nell’area situata in Via Gavioli (angolo Via Ticchioni) limitrofo alle mura stesse”.

Un’area però, secondo i commercianti, “vittima di degrado, prostituzione e droga. Un’area così poco sicura, già proposta ai gestori del chiosco “Il pinguino” (e da quest’ultimi rifiutata), non rappresenta una soluzione realizzabile per noi ormai prossimi alla pensione. In prima battuta il Comune ci aveva proposto verbalmente di trasferirci nell’area limitrofa alla palestra all’aperto di fronte alla Casa del Boia; area commercialmente interessante, bella e sicura”.

E oggi invece “ci viene proposto tutt’altro; sinceramente, amici di facebook, ci pare che i nostri governanti ci prendano in giro proponendoci soluzioni inaccettabili per costringerci alla chiusura. Dove loro falliscono nel mantenere le zone sicure, chiedono a noi cittadini di aprire aree commerciali per bonificare le aree”.

Ecco quindi il triste finale: “Amici, è con nostro immenso rammarico comunicarvi che la Siberiana l’anno prossimo non aprirà. Il Comune ha vinto ed è riuscito a mandarci via. La droga, il degrado e la prostituzione prenderanno definitivamente il sopravvento anche nella parte di viale IV Novembre che noi faticosamente con ogni sforzo cercavamo di tenere pulita e accogliente per noi tutti”.

da: https://www.estense.com/?p=659681

…………………………….

Le leggi sono come le tele di ragno, in cui solo i deboli restano inviluppati, mentre i potenti le spezzano e se ne liberano.
(Anacarsi, citato da Solone)

Annunci

Ferrara – 10 Marzo 2016 – Inaugurazione  del “Bosco per la Città” – Un progetto con piantumazione di 300 piante per fungere da area di riequilibrio ambientale, in una zona attigua a Via del Salice, caratterizzata dalla presenza di vecchie discariche di rifiuti tossici nocivi. Solo un piccolo particolare: forse è mancata la comunicazione tra gli Uffici del Comune, o una pessima gestione del verde pubblico. Risultato finale: nessuno ha provveduto alla loro manutenzione…

Leggere, per credere..

carlino-23-09-2016

 

Palazzo degli Specchi – Via Beethoven

Per i ferraresi comuni, una ricorrenza importante e sicuramente curiosa è rappresentata dal 25° anniversario del Palazzo degli Specchi. Non sono previste — al momento — celebrazioni ufficiali, anche se le sorti del centro direzionale di via Beethoven tornano ciclicamente all’attenzione dell’opinione pubblica. Vuoi per i progetti avviati dal Comune, che ha promosso la costituzione di una ‘società di trasformazione urbana’ e approvato recentemente il progetto preliminare di recupero del complesso; vuoi per studi e ricerche, ma anche per l’infittirsi di leggende metropolitane che si alimentano di voci e di suggestioni.

Risale al 22 giugno 1989 il primo articolo — titolo ‘Buio oltre gli Specchi’ — la notizia della conclusione dei lavori ma soprattutto dell’imminente avvio del trasferimento in via Beethoven di uffici pubblici, tra cui anche interi settori del Comune. 

Venticinquesimo anno di matrimonio, le cosiddette nozze d’argento, un traguardo importante, da festeggiare! Per ogni festa che si rispetti, c’è un dono adatto! Siamo andati a fotografare il festeggiato…

Palazzo Specchi 1

Palazzo Specchi 2

Palazzo Specchi 3

Che dire? Certamente non: altri cento anni così…

In collaborazione con T. Da – News

Ad una moto può essere concesso di parcheggiare nei posti riservati ai disabili o deve essere munita di regolare permesso rilasciato dal comune?

sosta disabili -

 

Dopo la nevicata del 4 febbraio scorso la pista ciclabile (viale IV Novembre) il 5 mattina si presentava così

Oggi 10 febbraio fotografando la stessa pista ciclabile si presenta così

Sono trascorsi sei giorni, cosa è cambiato? I proprietari hanno provveduto a spalare la neve per ottemperare ad un’ordinanza che obbliga a tenere pulito il proprio tratto di marciapiede. Un’altra ordinanza, invece, il divieto di circolazione delle biciclette, ha consentito di lasciare non praticabile e quindi non percorribile la ciclabile, se non a proprio rischio e pericolo. Oltre a stare dalla parte del frumentone… viene spontaneo chiedere al Comune: ti piace vincere… facile?

Che bello un Comune che tiene enormemente al decoro urbano. Obbliga i privati a tinteggiare le  abitazioni, per  rendere la città più accogliente,  eliminando quei muri fatiscenti e gli intonaci  che cadono a terra, sgretolandosi in pezzi.

Guardando questa foto si nota che a sinistra i privati hanno tinteggiato e inoltre tengono ben curato gli infissi, finestre e tapparelle. A destra, non solo, sono anni che non si tinteggiano i muri, ma gli infissi e alcune “veneziane” da tempo si trovano in un  evidente stato di difficoltà …

Ci sfugge qualcosa, o vale il detto  “predicare bene e razzolare male …”