Gi.Bi.

Posts Tagged ‘divieto

Affinché i cittadini ottemperino al rispetto dei divieti, l’apposita segnaletica deve essere posizionata in un punto ben visibile a tutti.

…………………..

Corso Martiri

Un segnale di “Divieto appoggiare cicli e motocicli” ad un’altezza di c.ca tre metri da terra che senso ha? Forse per qualche turista di etnia delle nazioni Ruanda e Burundi nella regione africana dei grandi laghi, noto come Watusso, che transita per il Corso in bicicletta o in moto e quindi per lui è facile leggerlo…

O forse sarebbe meglio sistemare la segnaletica ad un’altezza di c.ca un metro e mezzo da terra, più o meno dove si trovano cassette per la pubblicità o posta, diciamo ad altezza d’uomo (normale)

Un esempio: Via Garibaldi…

Ecco una giusta altezza visibile a tutti. Così nessuno appoggia le biciclette contro il muro, occupando il marciapiede e mettendo in difficoltà passanti o disabili in carrozzina

Foto T. Da

 

,,,,,,,

……

Annunci

In attesa di Spal – Fiorentina del 19 Novembre 2017

———————————————————————-

In occasione di partite “importanti” per l’afflusso dei tifosi ospiti, si sprecano articoli riguardanti le limitazioni della vita dei residenti attorno allo Stadio Paolo Mazza.

Soste vietate per lasciare posto al parcheggio riservato esclusivamente alla tifoseria ospite.

Forse, qualcuno che dovrebbe essere preposto per limitare i disagi dei residenti, si sta accorgendo che purtroppo costoro (i residenti) non sanno dove parcheggiare la propria auto non avendo altra possibilità se non in strada, non disponendo di ricovero in cortili interni.

Anche perché non si sta parlando di “qualche ora”, ma di un’intera giornata perché la “tenzone sportiva” deve svolgersi nella sua più assoluta tranquillità.

Notati quindi, nell’ultima partita casalinga, precisamente del 29 Ottobre scorso, cartelli di sosta a favore di questa “causa”.

Un parcheggio nell’anello di Piazza XXIV Maggio, alias Acquedotto solo per i residenti. E così si pensa per ogni partita interna della Spal.

 

Troppa grazia Sant’Antonio! Sta a vedere che i residenti del Quartiere Giardino verranno additati come i soliti previlegiati…

Foto T. Da

 

 

 

Viale Cavour

Un trasloco. Una dimenticanza o si pensa di fare tutto in fretta?

 

Non sarebbe meglio mettere ugualmente e sempre un divieto per non transitare sotto una scala?

Tra l’altro siamo in presenza di un controviale-ciclabile, quindi i pedoni non dovrebbero nemmeno andare sul viale trafficato…

Foto inviata da Sandro

 

O più semplicemente: fatta l’ordinanza, nessuno controlla….

—————————

ORDINANZA sulla vendita alcolici a partire dalle ore 21.00

“Niente alcol in Gad dopo le 21 per un intero anno. Il sindaco Tagliani ha firmato l’ordinanza “In materia di sicurezza urbana per contrastare il degrado e gli effetti dell’abuso di alcol in alcune aree del territorio comunale” che sarà in vigore per un anno a partire da giovedì 13 aprile 2017.

L’area interessata è quella della zona Giardino Arianuova Doro compresa nel perimetro: via Oberdan, via S.Giacomo dall’incrocio con via Oberdan al piazzale della Stazione, piazzale della Stazione, via Felisatti fino a via Bianchi, via Bianchi, via Tumiati, viale Belvedere, via Barriere, via Poledrelli compresa via Manini, viale V.Veneto, via Montenero, corso Isonzo, via Sardi, via Lucchesi, via Calcagnini, via Della Grotta, via Rampari S.Paolo, corso Isonzo, via Agnelli, viale IV Novembre, corso Piave, via Ticchioni, e inoltre, corso Porta Po, dall’incrocio con viale Belvedere fino all’incrocio con via Primo Maggio”.

Mattina del giorno 15 maggio 2017 (ma quasi tutte le mattine…)

Mura di Viale IV Novembre –  Zona che rientra nell’ordinanza

 

 

Può succedere anche questo per generare confusione, come al solito.

In seguito al deprecabile ed irresponsabile gesto di disseminare bocconi avvelenati nel verde di V.le IV Novembre sono stati installati, nei giorni scorsi, ora tolti, degli avvisi dove si avvertivano i proprietari di cani di mettere la museruola ai propri animali.

Ma se esistono, da anni, numerosi cartelli, di diversa forma,  dove se ne vieta l’introduzione, si autorizza l’ingresso proprio in quel frangente?

Giusto avvisare le famiglie che portano i bimbi a giocare nel parco pubblico e che avrebbero potuto subire danni per le eventuali sostanze tossiche, ma quel “E’ opportuno che i cani siano provvisti di museruola” è fuori luogo e non ha fatto che aumentare la diatriba, tra i frequentatori di questo verde quale: vedete, che i  cani possono entrare?

Se invece la logica era quella di tutelare queste incolpevoli bestiole dalla testardaggine dei loro proprietari, irrispettosi del divieto, che scambiano questo parco, per una normale area di sgambamento, allora bene ha fatto il Comune ad apporre questo avviso.

Dopo la nevicata del 4 febbraio scorso la pista ciclabile (viale IV Novembre) il 5 mattina si presentava così

Oggi 10 febbraio fotografando la stessa pista ciclabile si presenta così

Sono trascorsi sei giorni, cosa è cambiato? I proprietari hanno provveduto a spalare la neve per ottemperare ad un’ordinanza che obbliga a tenere pulito il proprio tratto di marciapiede. Un’altra ordinanza, invece, il divieto di circolazione delle biciclette, ha consentito di lasciare non praticabile e quindi non percorribile la ciclabile, se non a proprio rischio e pericolo. Oltre a stare dalla parte del frumentone… viene spontaneo chiedere al Comune: ti piace vincere… facile?