Gi.Bi.

Posts Tagged ‘inciviltà

A “due passi dal traguardo” potrebbe essere il titolo di un film.

Ma “a due passi dal traguardo della civiltà” sono film, sceneggiate e fiction che tutti i giorni si girano e si notano nei pressi delle isole ecologiche.

Qui siamo in presenza di un’isola ecologica cittadina completa di cassonetti per l’umido.

Notiamo a due passi da essi pannocchie di grano malamente arrostite al forno e resti di cibi, bucce della frutta e scarti della verdura.

Differenziare male i rifiuti umidi, non solo è uno spreco ma anche un danno. Una buona raccolta permette infatti di ottenere un compost di qualità da riutilizzare come fertilizzante naturale.

Natutalmente qui siamo di fronte non a una differenziata fatta male, ma ad uno sversamento di un incivile.

Sotto il vestito niente è un film del 1985 di Carlo Vanzina. Ambientato nel mondo della moda milanese.

Sotto il cestino tanto è un film tratto dall’inciviltà dei frequentatori delle Mura Estensi, Patrimonio Unesco, girato ogni notte dai soliti protagonisti.

Foto di Claudio

Bike sharing – Un nuovo servizio smart ed ecologico

……………………………………………………………………………

Bevi  e lascia il vuoto dove vuoi – Vecchia usanza di inciviltà

Foto T. Da

Passerella San Giacomo

………………………………

“Che ci volete fare, io sono io, e voi non siete un cazzo”. Parafrasando la frase dal celebre film di Monicelli, recitata dal celebre attore Alberto Sordi, ne “Il Marchese del Grillo” veniamo a commentare queste foto che oramai non fanno più notizia


Qui però vorremo soffermarci un attimo.
Questa persona che ha buttato la sua immondizia è doppiamente – per essere leggeri – maleducata, stupida e menefreghista del prossimo.
Prima perché ha abbandonato il sacco per strada e secondo come si evince dalle foto non c’è traccia di dfferenziata…

Infatti come si possono vedere lattine, bottiglie e recipienti di plastica dovrebbero essere introdotti negli appositi contenitori.
Come dire io me ne frego di tutti e di tutto: “Non ho tempo per fare la differenziata”.

A proposito di sapere. Caro signore, come tanti altri, dovete mettervi in testa che stiamo parlando di prodotti non biodegradabili, per i quali i microrganismi non sono capaci di degradarli nel breve periodo. In questo tipo di rifiuti la degradazione avviene prevalentemente per via fisica, per azione dei raggi solari o per abrasione e il processo può richiedere tempi lunghissimi.

Ecco alcuni esempi:

– Cartone di latte e simili: 1 anno

– Mozzicone di sigaretta: 5 anni

– Gomma da masticare: 5 anni

– Lattina di alluminio: da 100 a 500 anni

– Bottiglia, sacchetto, piatti e bicchieri di plastica, cartucce da caccia: da 100 a 1000 anni

– Contenitore di polistirolo: 1000 anni

Volete quindi cari incivili, che siano i nostri figli, nipoti e pronipoti a raccogliere questi rifiuti?

Tutto ciò che oggi abbandoniamo rimarrà per moltissimi anni nell’ambiente contribuendo all’inquinamento del nostro pianeta e gravando di conseguenza sulle forme di vita e sulle generazioni future.

Già oggi viviamo gli effetti dei comportamenti di chi ci ha preceduto. Penso che tutti noi percorrendo spiagge, sentieri, boschi e fiumi notiamo, purtroppo, tanti esempi di inciviltà.

Come aiutare l’ambiente? In teoria sarebbe semplice: comportarsi da persone civili e non pensare che, come sempre, sia compito di altri a raccogliere quello che noi abbandoniamo in acqua o in terra, praticamente ovunque.

Foto T. Da

Perdurano i divieti tra cui quello di non uscire da casa.

Sembra che molti rispettano questo divieto.

Basta guardare le vie deserte…

 

 

 

 

 

Ed anche i parchi dove vi sono giochi per bambini sono vuoti…

Manca la quotidianità… le voci dei bambini, il pallone che arriva in strada, i cani che abbaiano nel verde pubblico…

Una cosa il Covid 19 non è riuscito a fermare: l’inciviltà…

Isola ecologica cittadina

 

 

Pompa per gonfiare bici

 

   Vasi da fiori di pietra con secchi di calcinacci e piastrelle

 

   Sacchi vari

Quale virus deve arrivare perchè le persone diventino più educate?

Contributo fotografico T. Da

 

 

 

 

 

 

L’Amministrazione può cambiare, assumere qualsiasi colore politico, ma l’inciviltà e la maleducazione dei cittadini si fa gioco delle ordinanze

 

Basta camminare nel verde pubblico alla mattina presto per vedere cosa rimane delle bevute notturne

 

E pensare che ognuno di noi dovrebbe avere cura e amore per l’ordine e la pulizia della propria città, come se fosse casa sua

 

Anche nei pressi delle isole ecologiche si noterà cosa è capace di fare la persona incivile…

 

 

Via Cittadella

………………………….

Piante in pericolo

Piante esposte davanti ad un ingresso e su di una pubblica via.

Ecco un avviso chiaro e forte


L’avviso dice tutto. Ogni commento è superfluo, se non una piccola considerazione: il peggio, di un certo comportamento umano, è sempre puntuale, il meglio non si sa quando avverrà…

Foto T. Da

 

Il verde pubblico.

…………………………..

L’oggetto contrassegnato con la A non è ornamentale. Trattasi di un contenitore di rifiuti. Facile da aprire: occorre alzare solo il coperchio in alto, tra l’altro è situato molto vicino alla panchina.

Gli oggetti contrassegnati dalle lettere B e C trattasi di vuoti che dovrebbero essere inseriti in questo contenitore.

Quale sarà stato l’impedimento per cui non si è provveduto ad eseguire questa semplice azione?

Piazza XXIV Maggio – Acquedotto – Le panchine

“Non è che le persone usano solo il 10% del loro cervello, è che solo il 10% delle persone usano il loro cervello”.
(TheTweetofGod, Twitter)

L’importante è che:

“il nostro primo dovere è di non seguire, come fanno gli animali, il gregge di coloro che ci precedono”.
(Lucio Anneo Seneca)

Sotto il vestito niente è un film del 1985 diretto da Carlo Vanzina.

Invece sotto l’erba, dopo la sfalcio, tanto: di tutto e di più.

L’erba alta nasconde, la falciatrice riporta alla luce l’inciviltà di molti.

Vittorio Veneto 1

Vittorio Veneto 4

Carta, plastica e quant’altro. Deve essere molto difficile deporre il tutto nei cassonetti dislocati un po’ ovunque.


Di la tua!

Per segnalazioni: gibiferrara@gmail.com

…………………………………………………..

Video per il raggiungimento delle 100.000 visite del blog

Visitatori

  • 104.271