Gi.Bi.

Posts Tagged ‘incuria

L’invadenza è figlia della maleducazione?

No, è madre dell’incuria…

 

 

Chi è?

Posted on: 20 aprile 2018

Una Statua misteriosa

Erba alta oltre il metro tutt’attorno, irraggiungibile perché senza un camminamento, visibile per intero solo dall’alto della Mura. Perché abbandonare al degrado e all’incuria una Statua che le memorie storiche scrivono: di notevole dimensioni e a forma di stella a cinque punte…

Sfidiamo chiunque a notare la forma di stella, azzeccato invece le informazioni che la Statua è immersa nel verde…

Via Garibaldi

…………………….

Se non lo fa chi dovrebbe…

ecco come contrastare il disinteresse per la pulizia delle nostre vie. Una rastrelliera adornata con dei fiori, probabilmente opera di un cittadino,  amante dell’ordine e della pulizia a contrastare il degrado e l’incuria.

Poi se, per caso, ogni tanto, chi ha o avrebbe il dovere di togliere erbacce, provvedesse in merito, i cittadini, sentitamente, sono a ringraziare…

Foto T. Da

La bicicletta è la più nobile invenzione dell’umanità diceva William Saroyan.

Perché allora nascondere quel po’ che resta di una bicicletta?

La natura ne avrà il sopravvento? 

Foto T. Da.

 

 

 

Ecco cosa può fare l’energia…IMG_20150820_072117

IMG_20150820_072428

 

Impossibile immaginare a che altezza sarebbero arrivate queste erbacce in caso di pioggia, visto che veniamo da due mesi senza precipitazioni importanti. E’ vero che prima o poi quest’erba verrà tagliata o estirpata, ma questa incuria sta a documentare, se ancora ce ne fosse bisogno, l’approssimazione nella conservazione e tutela degli spazi pubblici…

Foto inviate da Sandro

Palazzo degli Specchi – Di Emiliano Rinaldi 25 Giugno 2011

 

Svoltando in via Beethoven si arriva al Centro Direzionale, immenso con le sue torri di vetro, le strade e le piazze interne, bellissimo quando al tramonto il sole morente incendia le centinaia di specchi bruniti che ne rivestono le facciate; un gigante che agonizza da 22 anni alle porte della città senza essere stato utilizzato nemmeno un minuto.

Un complesso edilizio in grado di ospitare oltre 7000 persone, 48 mila metri quadrati di uffici e negozi comprendente un lussuoso hotel perfettamente arredato, palestre, campi da tennis ed un immenso e moderno, per l’epoca, parcheggio interrato: una vera e propria cittadella alla periferia sud del centro storico rimasta abbandonata al suo destino dal termine dei lavori, vittima di incuria e vandalismi che ne hanno devastato gli arredi interni.

Attenzione a non parcheggiare fuori dagli spazi consentiti…

Parcheggio

Piazza della Repubblica

panorama piazza della repubblica

Nonostante il poco verde (siamo in inverno) la piazza è gradevole. Peccato per la fontana (al centro) non funzionante ed in preda all’incuria. La pulizia viene effettuata dai commercianti della piazza stessa!

Fontana… colombiana in Piazza della Repubblica

Le fontane vengono denominate a seconda del luogo dove si trovano o per ricordare avvenimenti o personaggi storici e famosi.

Fontana colombiana

Questa fontana non prende il nome dal navigatore e scopritore di terre lontane Cristoforo Colombo, ma con tutte le traversie passate e presenti e l’incuria consolidata di questi ultimi anni (tra l’altro è ubicata nei pressi del Castello Estense che intravede sullo sfondo), quindi in una posizione centralissima, è divenuta ritrovo di refrigerio per i colombi. La Fontana con le sue continue rotture (tubatura e muratura) permette la formazione di ameni ruscelletti e laghetti nella sua adiacenza per dissetare gli animali, in primis i colombi.

Ecco perché, forse,  Ferrara ha avuto un premio come “Città che ama e tutela gli animali”.

Dal Resto del Carlino – Ferrara del 16.10.2011

Meno sogni, serve più realismo

l’uomo di strada, leggeva in data 6 luglio 2007: “Il Volano, come la Senna a Parigi, diventerà la spiaggia dei ferraresi” è questa la nuova idea della Società di Trasformazione Urbana del Comune e quest’opera di riqualificazione comprenderà anche l’ex Mof e il Palazzo degli Specchi. 

La nuova suggestione si chiama “Darsena Beach”, una spiaggia (20 mila metri quadrati) in grado di ospitare ombrelloni e sdraio lungo le sponde del Volano e l’ interramento della via Darsena, in modo da collegare direttamente l’ex Mof con il porto fluviale.

Studi di fattibilità, si parlava in quell’ articolo e a tal proposito si stanziarono 120.000 euro. Siamo nel 2011. Sono trascorsi quattro anni,  ma  del progetto non si sente più parlare e le altre due aree  non sono certo in fase di  riqualificazione, tutt’ altro.

Il momento non è dei più favorevoli, ma intanto parte l’ Idrovia, dall’ altro capo del Volano, solo con una disponibilità parziale di fondi. Attualmente la  Darsena è in preda al degrado ed all’ incuria più totale. Legambiente  arriverà per dare una “pulitina” prima che i lagunari del battaglione San Marco vengano ad esercitarsi in questa palude cresciuta a dismisura.

Cari Signori che state scrivendo le fiabe per i nostri nipoti proclamando:  interriamo Via Darsena, alziamo i ponti, allarghiamo il canale … Quand’ è che finite di fantasticare  e iniziate a fare le cose semplici, a pensare in piccolo e non a  infrastrutture faraoniche? Siamo a Ferrara non a Parigi … 

 I verbi restaurare, ristrutturare e sistemare non esistono per Voi?

Darsena di San Paolo – Foto del 9.10.2011

In collaborazione con T. Da – News


Di la tua!

Per segnalazioni: gibiferrara@gmail.com

…………………………………………………..

Video per il raggiungimento delle 100.000 visite del blog

Visitatori

  • 103.314