Gi.Bi.

Posts Tagged ‘inquinamento

Auto sempre più costose, redditi sempre più bassi. Limitazione della circolazione delle auto causa inquinamento.

Come fare? Ecco allora che si iniziano a vedere, anche nella nostra città, dei mezzi che possono circolare ovunque senza controllare le vie percorribili o meno, il divieto di entrare nel Centro Storico dal giorno al giorno e dalle ore alle ore, ecc..

triciclo - Copia

All’estero già esistono mezzi più sofisticati (Olanda per es.) come soluzione ideale per portare i tuoi bambini dappertutto, risparmiando in benzina, evitando lo stress causato dal traffico, salvaguardando l’ambiente e tenendoti in forma….

babboe_fiets - Copia

Andando di questo passo aumenteranno  anche da noi (alcune si vedono già) le  bici olandesi con tre ruote e sette marce che ti consentono di trasportare fino a 4 bambini con te ovunque vai, a scuola, al parco a fare la spesa…

Inoltre la bici ha un box di legno anteriore con due panchine sulle quali potranno sedersi i bambini, munite di 4 cinture a 3 punte per trasportarli in sicurezza, per un massimo di 100kg.

In collaborazione con T. Da.

Nuova rotonda Via del Lavoro – Arginone 

In attesa (da anni) di una vera Tangenziale Ovest che da via Modena raggiunga direttamente Via Beethoven, tagliando fuori Porotto e Cassana, si sta ultimando la rotonda su Via Arginone. Tale rotonda si è resa necessaria per  permettere ai veicoli provenienti da ovest (Via Modena) e diretti verso sud (Via Bologna – Zona Artigianale – Palazzo dello Sport – Zona Fiera) di deviare  a destra,  all’incrocio tra Viale Marconi e Via del Lavoro, direzione Via Arginone e da lì proseguire per Via Ferraresi.

Ultimamente si sono costruite diverse rotonde. Per costruirle si sono usati criteri e materiali che nemmeno in opere murarie all’interno delle mura se ne vedono. Allora ci si chiede: è giusto uno spreco simile? In questa specifico caso, un muro di contenimento in cemento di una rotonda, fuori dalle mura, ricoperto con “pietra a vista”? Ne vale la pena? Smog, polveri sottili, inquinamento non rovineranno quel tipo di rivestimento, tra l’altro molto difficile da pulire. E quanto costerà rimetterlo, sempre che sia possibile,  a nuovo?

E se poi questo  muro di recinzione, non ancora ultimato, già si trova in queste condizioni, come sarà tra non molto?

Non era meglio una “normale” tinta? Possiamo dire: occhio allo spreco!

O forse le “Belle Arti” hanno reso obbligatorio un muro dello stesso tipo e colore  della costruzione (Chiesa) sullo sfondo? E se sì, che dire allora di questo?

Ma…

In collaborazione con T. Da