Gi.Bi.

Archive for the ‘Inciviltà’ Category

 

Dopo l’introduzione del nuovo sistema di raccolta dei rifiuti con le calotte e la carta smeraldo, sollevando il coperchio dei cassonetti color marrone (raccolta del fogliame) si può intravedere questo

 

 

Verrebbe da dire: quel ramo del rosaio, che si scorge in basso se ne sta solo e soletto, tra due catene ininterrotte di rifiuti di indifferenziata, cartoni di detersivi, scatole del brodo di pollo, cassette di plastica ed altrettante sportine piene di bottiglie e pure del legno, che ci fa?

Di fianco a questo contenitore, in bella vista, vi sono quelli per la plastica e la carta/cartone. Si ricorda che non sono oggetti ornamentali sistemati ai lati delle vie, ma dovrebbero servire per fare una raccolta differenziata come si deve

Quel cassonetto dovrebbe servire per buttare solamente ramaglie, potature e sfalci da giardino

Invece si preferisce, anziché provvedere a comportarsi da persone civile, a fare i “furbetti”…

Se si mettesse una tassa sulla maleducazione, si riempirebbero le casse del Comune.

 

 

 

 

Annunci

Darsena City – Si consiglia di fare una passeggiata in riva all’argine: puoi trovare di tutto…

…………………………………………

L’ Accademia Nazionale di Agricoltura fu fondata a Bologna nel 1807, con il nome di Società Agraria del Dipartimento del Reno, per iniziativa dell’agronomo conte Filippo Re con lo scopo di “promuovere esperienze e metodi di coltura utili al miglioramento dell’agricoltura in generale”.

Guardando queste foto

siamo di fronte ad uno “immaturo” studioso di tale materia alla ricerca di un nuovo tipo di innesto,

o più semplicemente ad un lancio anti-calotta?

Certamente il risultato dell’una o nell’altra ipotesi è mortificante… per non dire altro.

Foto T. Da

 

 

Problema fisiologico.

Non sono le scritte sulla saracinesca che probabilmente preoccupano il proprietario. Tutt’altro.

E poiché ormai i cartelli con scritte non sembrano dare nessun risultato, ecco un avviso esplicito

Si prova con le immagini. Chissà che la memoria dell’uomo sia più fotografica ed abbia quindi più successo!

Foto T. Da

 

Via Guglielmo degli Adelardi, 33,  Ferrara FE

Polo Adelardi Dipartimento di Economia e Management – Università degli Studi di Ferrara

…………………………………..

Coriandoli in terra, bicchieri di carta, bottiglie vuote, cartoni, foto appese alla fiancata della Cattedrale, contenitori dei rifiuti stracolmi, di tutto e di più

 

Poiché l’ Istituto dispone di un cortile

perché non festeggiare all’interno di questa Facoltà? Che senso ha uscire in strada e sporcare una via del centro cittadino, riducendola in queste condizioni?

Foto T. da

 

Via San Giacomo

Isola ecologica

Forse la poltrona è stata posizionata nei pressi dell’isola per un ritiro e quindi smaltimento programmato, ma tutto il resto?

E quando il contenitore dell’indifferenziata  andrà a regime con l’utilizzo della tessera smeraldo, tutt’attorno vedremo depositato di tutto e di più?

Foto T. Da

 

Piazza XXIV Maggio – Acquedotto – Le panchine

“Non è che le persone usano solo il 10% del loro cervello, è che solo il 10% delle persone usano il loro cervello”.
(TheTweetofGod, Twitter)

L’importante è che:

“il nostro primo dovere è di non seguire, come fanno gli animali, il gregge di coloro che ci precedono”.
(Lucio Anneo Seneca)

Ferrara, da fine marzo multa di 100 euro per chi getta cicche in strada

di | 18 marzo 2012
Emilia Romagna
Il sindaco Tagliani dichiara guerra ai fumatori distratti e promuove il provvedimento come un gesto di civiltà per tutta la città.

Cento euro di ammenda per un mozzicone di sigaretta buttato per terra. Questo il provvedimento normativo deciso dalla giunta del sindaco Tiziano Tagliani che entrerà in vigore tra dieci giorni nella città estense. Saranno i 160 vigili e le 120 guardie ecologiche volontarie ferraresi a poter comminare, grazie al permesso del prefetto, le multe.

“La città è di tutti, più riusciamo a tenerla pulita, più si attiverà un meccanismo di emulazione per cui gli incivili saranno incentivati a smettere di buttare cicche per terra”, ha dichiarato Tagliani, fiero di questa nuova sanzione che ricalca lo spirito di quella ideata per chi faceva palle di neve l’inverno scorso in città, “Non se ne poteva più di vedere cumuli di sigarette buttate sul selciato, soprattutto davanti ai bar, i ristoranti e le università”.

Tutti rispettosi di questa ordinanza?

Sembrerebbe di sì a guardare Piazza Municipale: nemmeno una cicca in terra

Ma guardiamo più da vicino questo tombino, anzi guardiamo dentro la grata..

D’altra parte l’ordinanza vieta di buttare cicche in… terra, non nei tombini…

Foto T. Da