Gi.Bi.

Via Fortezza 19.07.2018

…………………………………………………

A volte ci si chiede: ma i nostri soldi vanno spesi bene? A fronte di quello che (giustamente) si versa per avere dei servizi, quali la cura dell’arredo urbano e del verde pubblico, si ottengono poi prestazioni altrettanto valide? Viene spontaneo domandare: ma chi controlla i servizi esternalizzati?

Primi caldi, verde pubblico arido…

L’operatore con la sua falciatrice solleva solo terra e quindi polvere. Per carità l’operatore sarà stato comandato a “falciare erba”, ma come sempre avviene da alcuni anni a questa parte, si fissano cinque date ad inizio anno, indipendentemente dalla effettiva necessità e vai… Ma non ci sarebbe da cambiare qualcosa? 

Annunci

Via Fortezza

…………………….

Chi rompe paga ed i cocci ….non sono suoi

Un proverbio riveduto e corretto sul momento…

Ma il danno sembra minore del previsto. Probabilmente ci si stava recando a conferire il tutto in una isola ecologica nelle vicinanze, viste alcune confezioni vuote che sono fuoriuscite dal sacco.  Un grande senso civico, sempreché, arrivati all’isola ecologica, non ci si comporti in questa maniera…

o in quest’altra…

Il Centro cittadino dovrebbe essere uno dei maggiori luoghi frequentati dai turisti. Ai turisti piace fotografare le bellezze della città.  

Castello Estense

 

Statua Savonarola

 

Colubrina

Cosa vediamo? Transenne, transenne e transenne. Ma non c’è nessun altro posto dove possono trovare ricovero?

Sandro ci ha inviato le foto e questa considerazione:

La tanto zelante Belle Arti non frequenta i luoghi fotografati? Tanto attenta a proteggere il decoro di monumenti e scenari cittadini, nulla ha da dire degli scempi che producono tali artificiosi oggetti o forse in questi e simili casi vale imperativo il detto “lo spettacolo deve continuare, nonostante tutto”? Come possono simili Istituzioni o zelanti Amministratori pretendere rispetto?

 

 

 

 

Viale IV Novembre

……………………………..

Un’ ordinanza comunale vieta di legare la bicicletta ai pali della luce, ai cartelli stradali e alle ringhiere, pena la rimozione della stessa dietro pagamento di una sanzione pecuniaria

Foto di Sandro

………………………………..

Ci chiediamo, forse è solo noncuranza di chi deve controllare o il “tubo del gas” fa eccezione?

Tra l’altro siamo nelle vicinanze di un Comando di Polizia Municipale…

 

 

 

 

Via Guglielmo degli Adelardi

Foto T. Da

Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.  

…………………………………

Via Guglielmo degli Adelardi vista dal volto che collega il Palazzo Arcivescovile con la Cattedrale di San Giorgio.

Via Guglielmo degli Adelardi, o anche Via degli Adelardi, si trova nel centro storico di Ferrara accanto alla Cattedrale di San Giorgio.

Area pedonale Intersezione da Piazza della Cattedrale all’incrocio con Via Canonica e Via Bersaglieri del Po

In tempi moderni l’abside della Cattedrale, a destra della via, subì notevoli danni in seguito a bombardamenti e in occasione dei lavori per la sua ricostruzione venne edificata anche una nuova sacrestia. Nel 1973 fece sosta in un locale della via il Cardinale Karol Wojtyla nella ricerca dei luoghi dove aveva vissuto Niccolò Copernico.

Nella via sulla sinistra, l’osteria più antica del mondo si chiama “Al Brindisi”. Una storia di quasi seicento anni che le è valsa una citazione nel Guinness dei Primati. L’osteria esisteva già nel 1435, quando si chiamava “Hostaria del Chiuchiolino” (da “ciuc”, ubriaco). All’epoca ci si arrivava in barca dall’attuale via degli Adelardi, allora via del Gorgadello proprio perché vicina a una piccola insenatura. Oggi è una meta ricercata dai turisti, ma anche un’abituale frequentazione di tanti ferraresi. Di proprietà della famiglia Pellegrini dalla fine degli anni ’50, l’enoteca oggi è gestita da Federico, oste non solo per tradizione, visto che lo erano già i nonni, ma soprattutto per vocazione.

Corso Martiri – Volto del Cavallo

………………………..

Saremo anche la città delle biciclette, ma non è detto che i possessori o proprietari di tale mezzo veicolare, possono fare quello che vogliono

Ristrutturato e tirato a nuovo, fittoni tirati a lustro, colonna ripulita di recente, vaso con fiori ben curati, ecco allora due bici legate alla catena ….

Essere tra le prime città con il titolo di “Città delle biciclette” dovrebbe essere non solo un onore ma anche un onere. Cerchiamo quindi, ogni giorno di conservare questo merito di muoversi sulle due ruote, usando oltre le gambe anche la “testa”…

Tra l’altro una considerazione: ma non è vietato legare bici al di fuori di rastrelliere ? E inoltre, parlando di Centro Cittadino, ma quanti vigili passano da lì? Perché allora non rimuoverle, lasciare un avviso di andare a ritirare il mezzo in un deposito, dietro pagamento di una sanzione? Forse prima di parcheggiare la bici dove capita, uno ci penserebbe due volte…

Foto T. Da

Viale IV Novembre

……………………………….

Da tempo il marciapiede è in questa situazione

Foto di Sandro

Non si trova il materiale per la riparazione, non si trova la mano d’opera per eseguirla o semplicemente non si trova la volontà di farla?