Gi.Bi.

Archive for the ‘Degrado e incuria’ Category

Ciclabile di San Giacomo

…………………………………….

 

Ora è inutile provvedere, per l’asfalto, con i soliti ed inutili rattoppi invernali.

Esopo (VI sec.) favoleggiava: Era d’inverno e le formiche stavano asciugando il loro grano, che si era bagnato. Ed ecco che una cicala affamata andò a chiedere loro del cibo. Ma le risposero le formiche: «Perché durante l’estate non hai fatto anche tu provviste?». Rispose la cicala: «Non ne avevo tempo, ma cantavo armoniosamente». E quelle, ridendole in faccia, le dissero: «Beh, se nel tempo estivo cantavi, d’inverno balla».

 

Non è molto bello “ballare” su di un percorso accidentato. Meglio in luoghi più idonei al divertimento e passatempo. Anche se un Comune, fortunatamente non ancora il nostro, sostiene che essendo le buche un fatto ormai noto a tutti e una caratteristica di tutta la città, il compito di evitarle, spetta anche agli automobilisti. Se passa questa memoria difensiva anche per i ciclisti, percorrendo il tratto della ciclabile del Ponte di San Giacomo, dove deve transitare il ciclista? A destra, a sinistra o al centro?

…………………………………….

P.S.: attenzione ai rami sporgenti… Di norma vengono tagliati in modo e maniera da non invadere la ciclabile. Comunque meglio guardare avanti… e non distrarsi.

Foto e segnalazione T. Da

Annunci

Non occorre uscire dalla città per vedere dei topi…

Forse che, le due bestioline, si stanno accordando dove trascorre il cenone dell’ ultimo dell’anno?

O più semplicemente, trattandosi di un luogo all’aperto, retro supermercato rionale 

stanno già pregustando il prossimo abbandono di cibo a terra?

Sarebbe opportuno un più corretto senso civico dei cittadini e più passaggi dell’operatore ecologioco, per rimuovere quanto non viene introdotto nei cassonetti.

Foto T. Da

Viale Cavour

Invadenza, no, ma riparo dalle intemperie si chiede Sandro che ci ha inviato questa foto per i rami che ostruiscono oramai completamente il marciapiede.

Ma non solo. Riparo dalle intemperie può essere ma vista l’alta percentuale, in questo quartiere, di consumatori di birra e alcolici, forse non vengono tagliati i rami “a terra” per un naturale riparo da occhi indiscreti, per  sopperisce alla mancanza di servizi igienici in zona?

Foto di Sandro

Darsena City

…………………………….

“Puliamo il mondo”, iniziativa di cura e di pulizia, un’azione concreta, per avere città più pulite e vivibili. Un piccolo gesto educativo e di senso civico.

Ecco, retro Darsena City, quelli che da lontano assomigliavano a dei fenicotteri tanto che chi transitava sull’altra sponda diceva al bambino:

“Vedi sono dei trampolieri che sostano in acqua prima di riprendere il volo emigratorio”…

 

Purtroppo trattasi di carrelli della spesa, del vicino Supermercato, probabilmente “lanciati” giù dalla sponda per gioco o semplice passatempo.

 

Altro che uccelli acquatici… 

Foto T. Da

 

Sotto il vestito niente è un film del 1985 di Carlo Vanzina.

Sotto l’erba tanta roba…

Lo si può notare ogni volta che si falcia l’erba nel verde pubblico

Via Saragat

……………………

Forse si aspetta così tanto tempo a tagliare l’erba, per vedere cosa c’è in mezzo, cosa si nasconde sotto?

Effetto sorpresa come l’uovo di Pasqua?

Foto T. Da

 

Darsena City

…………………………….

Un complesso con una parte degli appartamenti chiusi da anni, ora in vendita

Ecco un’entrata del parcheggio sotterraneo

Qui la nuova raccolta con cassonetti provvisti della calotta ad apertura con la tessera smeraldo, evidentemente, non è ancora stata attivata. Si riuscirà ad eliminare questo degrado?

Foto T. Da